NIWeek 2011, tecnologica, musica, pipistrelli e… tante corna

di Arsenio Spadoni

A scanso di equivoci: il riferimento è quello al simbolo  di una delle più famose università americane, quella del Texas con sede a Austin che, come molte cose da queste parti, ha come simbolo le lunghe corna dei bovini texani, le cosiddette Longhorns. E ovviamente molti degli ingegneri che lavorano in National Instruments provengono proprio da questa università per cui i saluti con le dita a mo’ di corna si sprecano.

Oltre che per le corna, Austin (che per inciso è anche la capitale del Texas) è famosa per altre due o tre cosucce, oltre che per le tantissime aziende hi-tech: la musica dal vivo, i pipistrelli ed il grande caldo, specie in agosto. In questa stagione la temperatura di giorno è mediamente sui 40-42 gradi centigradi (104-108°F) e l’impressione è quella di trovarsi all’interno di un forno, ma per fortuna non si suda grazie al basso livello di umidità. Il vero problema è un altro: la temperatura all’interno dei locali pubblici, degli alberghi e degli uffici, che non supera mai i 20 gradi. Viene da chiedersi che tipo di condizionatori utilizzino e soprattutto quanto consumino; una differenza di oltre 20 gradi tra interno ed esterno richiede un abbigliamento a “cipolla”, T-shirt e pantaloncini corti per quando ci si trova all’esterno e felpa o giacca pesante per quando si sta all’interno. Sperando che la gola “regga”.

 

E i pipistrelli cosa c’entrano con Austin?  C’entrano, c’entrano eccome, anche se nessuno conosce l’origine di questo fenomeno. Sta di fatto che proprio vicino al nostro albergo, in prossimità del ponte di Congress Avenue esiste la più numerosa colonia urbana di pipistrelli al mondo, oltre un milione di esemplari che all’imbrunire escono tutti assieme. A poco a poco, la presenza di questi animaletti si è trasformata in fenomeno turistico, con centinaia di persone che si ritrovano la sera sul ponte e su una vicina collinetta per assistere al loro “risveglio”. Non solo: grazie a questa colonia di pipistrelli, ad Austin non esistono zanzare, mosche o altri noiosi insetti. Un bel vantaggio.

 

E che dire della musica dal vivo? Austin è stata soprannominata “la capitale mondiale della musica dal vivo” per le numerose e importanti manifestazioni musicali che vi si svolgono e le tantissime sale da concerto e disco-bar presenti in città, prevalentemente nei dintorni della Sesta Strada. La città ha anche molti spazi verdi, un bassissimo livello di criminalità e nelle classifiche della “qualità della vita” si trova sempre ai primissimi posti.

Sicuramente Austin è la più atipica delle città texane ed il clima – politico e culturale – è molto più simile a quello di una città californiana. In uno stato tradizionalmente a vocazione repubblicana, Austin è una delle poche città del Texas in cui i democratici hanno da sempre la maggioranza.

Questa affinità con la west-coast la si riscontra anche nelle attività economiche: ad Austin l’industria informatica e tecnologica domina su tutte le altre attività con sedi o filiali delle più importanti aziende del settore: Dell, Freescale, IBM, AMD, Apple, Borland, Sun, Apple, Cirrus Logic, Cisco, Intel, Oracle e tante altre al punto che la città è anche nota come Silicon Hills, sulla falsariga della Silicon Valley californiana.

E proprio ad Austin ha la sua sede National Instruments che ogni anno organizza, durante i primi giorni di agosto presso il Convention Center, NIWeek, l’evento dedicato alla programmazione grafica di sistemi: tre giorni di presentazione dei più recenti prodotti nel campo della progettazione, controllo, automazione, produzione e test con sessioni interattive, demo e premiazioni, nonché un’area espositiva con oltre 100 aziende provenienti da tutto il mondo.

Di seguito la cronistoria di questi tre giorni con gli aspetti più importanti, le foto ed i video dell’evento:
NIWeek2001, Day1     NIWeek2001, Day2    NIWeek2001, Day3

Arsenio Spadoni

Share Button

Una risposta a NIWeek 2011, tecnologica, musica, pipistrelli e… tante corna

  1. Pingback: Una sistema di visualizzazione 3D a basso costo vince la gara tra studenti di tutto il mondo - Superpapermario's Blog

Add Comment Register



Lascia un Commento