NIWeek 2011, in viaggio verso il futuro: Day 1

di Arsenio Spadoni

Numeri da record, nuovi prodotti e grande spettacolo alla 17^ edizione del Forum Tecnologico di National Instruments.

Mai come quest’anno i tre giorni di NIWeek sono riusciti ad offrire un’immagine dei prodotti, delle soluzioni e delle attività di National Instruments tanto completa dal punto di vista tecnico quanto affascinante sotto l’aspetto scenografico. Una perfetta combinazione di filmati, brani musicali, grafici e dimostrazioni in diretta, con i ritmi di un grande spettacolo dal vivo, condotto dai vertici di NI con la professionalità di chi calca le scene da lungo tempo.

La tecnologia che si fa spettacolo, per dimostare le possibilità dell’attuale offerta di National Instruments  ma soprattutto per ispirare nuove possibili applicazioni; una tecnologia che ruota attorno alla programmazione grafica di sistemi e ad un vasto ecosistema hardware che consente ad ingegneri e ricercatori di disporre degli strumenti per affrontare le sfide più impegnative in differenti settori: automazione industriale, sistemi automatici di test,  aerospazio, difesa, generazione e distribuzione di energia, medicale e telecomunicazioni.

Nella sua keynote di apertura, il Dott. J. Truchard, CEO e co-fondatore di National Instruments, ha ripercorso la sua carriera professionale e l’evoluzione della strumentazione elettronica, dai primi dispositivi valvolari a quelli a transistor e circuiti integrati, sino all’avvento dei Personal Computer e del software. Dal 1920 al 1965 gli strumenti di riferimenti erano quelli valvolari della General Radio; con l’avvento dei transistor e degli integrati sono stati gli strumenti della Hewlett-Packard (attualmente Agilent) che hanno dominato la scena nei decenni successivi fino alla disponibilità degli strumenti di misura basati sul software di cui National Instruments è portabandiera con un ruolo che di anno in anno diventa sempre più importante. La progettazione grafica di sistemi consente di affrontare al meglio le numerose sfide che il futuro ci riserva, sia nel campo del test&measurement che in quello della progettazione.

Guarda la keynote di apertura del Dott. T.


YouTube

Per meglio comprendere come la tecnologia influenzi le nostre vite ed i nostri gesti quotidiani, Eric Starkloff, Vice President – Product Marketing, che ha preso la parola subito dopo accompagnato dalle note di Satisfaction dei Rolling Stones, ha introdotto uno dopo l’altro diversi team di ingegneri e ospiti che hanno illustrato i nuovi prodotti e le nuove applicazioni proposte da National Instruments e presentate in anteprima al pubblico presente in sala.

Guarda la keynote introduttiva di Eric Starkloff


YouTube

Ian Fountain e Jarrod Slocum hanno illustrato le possibilità dell’Embedded Software Verification: utilizzando software di simulazione è possibile rendere più veloci le fasi di progettazione, prototipazione e realizzazione dei sistemi. VeriStand 2011 è l’ambiente software NI per lo sviluppo efficace di applicazioni di simulazione e test real-time. Durante gli interventi sono stati proposti casi concreti con la presentazione sul palco di una demo di trasmissione per impiego automobilistico e, per quanto riguarda il campo aeronautico, con la proiezione di un filmato relativo alle fasi di progettazione del nuovo executive jet Embraer il cui tempo di progettazione e prototipazione è sceso dai 42 mesi preventivati ad appena 30 mesi: il tutto grazie al software NI.

Guarda il video delle applicazioni di simulazione e di real-time test


YouTube

Successivamente è stata la volta delle applicazioni dell’architettura di Multicore CompactRIO nella quale National Instruments ha investito pesantemente negli ultimi anni. I prodotti Compact RIO sono utilizzati  per progettare, prototipare e distribuire sistemi embedded per il controllo avanzato e applicazioni di monitoraggio. La tecnologia RIO combina la programmazione grafica di LabVIEW con hardware riconfigurabile che consente di semplificare lo sviluppo e ridurre il time-to-market delle applicazioni embedded. In questo campo NI è partner di Intel e Xilinx che forniscono i processori e le FPGA utilizzate in questi sistemi. Sul palco, alla presenza di Michelle Tinsley di Intel, è stato presentato il primo sistema NI Compact RIO Multicore dotato di processore Intel Core™ i7dual-core e della nuova FPGA Xilinx Spartan-6. Il nuovo sistema presenta performance superiori di quasi 12 volte rispetto alla precedente versione con processore a 400 MHz, come ha dimostrato dal vivo Ben Black.

Guarda il video con la presentazione dei nuovi prodotti Multicore CompactRIO


YouTube

Eric Starkloff  ha quindi introdotto le applicazioni NI nel campo delle Smart Grid, le reti di distribuzione intelligenti dell’energia elettrica, indispensabili per poter integrare i nuovi e numerosi impianti di generazione da fonte rinnovabile. Sul palco è stato presentato da Brian MacCleery un modello di distribuzione dell’energia elettrica gestito da sistemi NI Compact RIO in grado di individuare i problemi e porvi rimedio, evitando black-out e gestendo al meglio tutte le risorse collegate.

Guarda il video con il modello di una Smartville:


YouTube

Un’altra applicazione nel campo delle Smart Grid e delle energie rinnovabili sviluppata dall’NREL (National Renewable Energy Laboratory)  in collaborazione con National Instruments è stata presentata sul palco di Austin da Bill Kramer dell’NREL. Si tratta di un sistema di controllo per inverter di potenza con schede Single-Board RIO 2.0 che offrono, rispetto ai tradizionali sistemi DSP, una maggiore velocità ed affidabilità oltre a consentire una rapida integrazione di nuove funzionalità software.

Guarda il prototipo del NREL sviluppato con le schede Single-Board RIO


YouTube

E’ stata quindi la volta  di Sherry Hess e Josh Moore di AWR Corporation, società leader nel software di progettazione RF, nei componenti di alta frequenza e nei sistemi di comunicazione e test in campo aerospaziale e difesa, recentemente acquisita da National Instruments unitamente a Phase Matrix, altra società specializzata nella strumentazione di misura e test per RF e per microonde. Sul palco sono stati illustrati i primi risultati dell’integrazione delle piattaforme Microwave Office System e Visual Simulator con le risorse hardware e software di National Instruments.

Guarda come si integrano i prodotti NI con quelli AWR


YouTube

L’acquisizione di due società leader in campo RF fa chiaramente intravedere la volontà di National Instruments di dotarsi delle tecnologie e degli strumenti più avanzati in questo settore espandendo le capacità dell’architettura modulare PXI al collaudo a radiofrequenza, con performance di assoluto primato. 

Non a caso, subito dopo l’introduzione AWR, Jin Bains and Raajit Lall hanno presentato quello che è sicuramente il prodotto più importante dell’edizione 2011 di NIWeek: il nuovo analizzatore di segnali vettoriali a 14 GHz  PXIe-5665 in grado di competere con gli strumenti più performanti presenti sul mercato. La comparazione delle performance è stata fatta con lo strumento di riferimento di mercato, il modello PXA di Agilent. Il confronto, che è stato condotto utilizzando due generatori a microonde Phase Matrix, ha evidenziato risultati sostanzialmente simili tranne che per la velocità dove il nuovo strumento di National Instruments è risultato sino a 20 volte più veloce. Questa maggiore velocità può essere ulteriormente incrementata  (fino a 100 e più volte) utilizzando un modulo supplementare della serie FlexRIO. A tutto ciò bisogna aggiungere un costo che, dalle prime indiscrezioni, dovrebbe essere del 40% inferiore.

Guarda il nuovo VSA NI all’opera e confronta le prestazioni col modello PXA di Agilent


YouTube

Ed ecco salire sul palco Sylvain Bertrand di ST Ericsson, una delle più importanti società al mondo operanti nel campo della telefonia mobile,  che conferma come le nuove tecnologie RF di test disponibili da National Instruments applicate alla nuova piattaforma LTE Advanced  “Nova THOR” di ST Ericsson siano in grado di ridurre i tempi di collaudo mediamente di 10 volte ed i costi  di tre volte.

Guarda la demo proposta da ST Ericsson


YouTube

Un’altra dimostrazione delle possibilità offerte in campo RF dai prodotti National Instruments è stata offerta dalla presentazione di un prototipo (realizzato in soli sei mesi) di un sistema di comunicazione wireless LTE Advanced con configurazione parallela MIMO 8×8 in grado di raggiungere un baud rate di ben 1 Gb/sec. Il prototipo è stato realizzato mediante NI LabVIEW e LabVIEW FPGA utilizzando moduli standard.

Guarda il video del sistema LTE Advanced da 1 Gb/s


YouTube

Ma le innovazioni introdotte da National Instruments non si fermano al settore RF. Ecco allora  Charles Schroeder e Rolando Ortega presentare nuove apparecchiature per il test di semiconduttori che debbono essere in grado di collaudare circuiti sempre più complessi nel minore tempo possibile e con un costo sempre più basso. La risposta a queste esigenze è il nuovo PXIe-4141 a 4 canali che rispetto ad un tradizionale SMU integra la tecnologia NI SourceAdapt che rende più veloce e più stabile la misura. Un altro strumento innovativo è il digitalizzatore NI PXI-5186 a 5 GHz, 12,5 GS/s sviluppato in collaborazione con Tektronix ed il Generatore di forme d’onda/analizzatore ad elevate prestazioni NI PXIe-6556 con PPMU.

Guarda la presentazione dei nuovi prodotti per il test


YouTube

Infine, la presentazione forse più attesa, quella dell’edizione 2011 di LabVIEW. Duncan Hudson, LabVIEW R&D Director, insieme ai suoi collaboratori, ha presentato le nuove funzionalità del software, comprese quelle suggerite dagli utenti tramite il LabVIEW Idea Exchange Network. Quest’anno l’accento è stato posto non tanto sulle nuove funzionalità (che, in ogni caso, sono sempre moltissime, anche se non così eclatanti come quelle delle precedenti versioni) quanto sulla stabilità del software e sulla velocizzazione di alcune routine. LabVIEW continua a rimanere il “cuore” del Graphical System Design di National Instruments ed unitamente al nuovo hardware è in grado di offrire gli strumenti che servono agli scienziati ed agli ingegneri alle prese con le sfide tecnologiche più impegnative, dai fisici del CERN di Ginevra fino agli ingegneri aerospaziali di SpaceX, la società privata di Elon Musk impegnata nella realizzazione di nuovi vettori e nella messa in orbita di navicelle spaziali con equipaggio. Lo sforzo di NI è stato quello di fare crescere il software contemporaneamente al nuovo hardware nell’ottica di offrire un prodotto particolarmente affidabile anche nelle applicazioni più critiche.
Elia Kerry e Chris Delvizis hanno quindi presentato una nuova versione del famoso gioco Angry Birds realizzata con LabVIEW e che utilizza per il lancio virtuale degli uccelli una mega fionda collegata al sistema mediante il nuovo NI Wireless ComapactDAQ.

Guarda la presentazione di LabVIEW 2011 e della demo Angry Eagles


YouTube

Complessivamente nella prima giornata  sono stati presentati oltre 20 nuovi prodotti, alcuni dei quali – come quelli in campo RF – stanno a significare la volontà di National Instruments di entrare pesantemente nel settore del collaudo e test di sistemi a radiofrequenza. D’altra parte la quota di mercato dell’industria della comunicazione wireless – prima con i telefoni GSM, adesso con gli smartphone – continua a crescere in maniera esponenziale.

Al termine della mattinata, Eric Starkloff ha fatto una rapida carrellata delle nuove proposte National Instruments ed in seguito tutti i giornalisti presenti hanno potuto “toccare con mano” i nuovi prodotti.

Guarda il video conclusivo della prima giornata


YouTube

The Graphical System Design Achievement Awards
La prima giornata si è conclusa con la cena di gala durante la quale sono stati assegnati i riconoscimeti alle società, enti, e centri di ricerca che hanno realizzato le più innovative applicazioni con i prodotti National Instruments.
Quest’anno sono state oltre 300 le segnalazioni arrivate alla giuria: il Dott. J. Truchard ha premiato personalmente i primi classificati delle varie categorie in cui sono suddivise le applicazioni: Advanced Research,  Advanced Control Systems, Automated Test, Education, Embedded Monitoring, Life Sciences,  Robotics, Validation Test.
Nella categoria Automated Test, Alfamation Spa, si è classificata al secondo posto con la scheda per il collaudo dei televisori 3D e HD realizzata su piattaforma NI FlexRIO; ha ritirato il premio il CEO Mauro Arigossi.

Intro    NIWeek2001, Day2   NIWeek2001, Day3

Arsenio Spadoni

Share Button
Add Comment Register



Lascia un Commento